Il viaggio

Si lo crees, lo creas

Il viaggio inizia sempre molto prima rispetto al giorno della partenza. Si inizia a viaggiare quando si passano ore davanti a una cartina geografica, quando invece di lavorare si apre Google Map e si lancia quel piccolo ometto arancione in qualche posto rurale senza paracadute, quando si entra in una libreria e si sfogliano le guide alla ricerca di indizi, quando per strada si cerca qualcuno con lo zaino sperando possa in qualche modo ispirarci. Il viaggio è uno stato di agitazione che parte dallo stomaco, si può farlo tacere per un po’, si può fingere di non sentire il suo richiamo, possiamo dirci che forse hanno ragione gli amici che è ora di crescere e farsi una famiglia ma questo ha solo l’effetto di ritardare l’esplosione, presto o tardi si finisce per mettere di nuovo il proprio mondo dentro uno zaino e riprendere il cammino. 

“In diversi tipi di iniziazione si dice che l’uomo può soltanto avvicinarsi alla verità, non conoscerla mediante il linguaggio; mentre invece è possibile conoscere la bellezza, riflesso della verità”

A. Jodorowsky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...